fbpx

Invito all’azione

by Stefano Quadri
Invito all'azione

E’ veramente insensato, se non addirittura sciocco, pensare, ipotizzare, o addirittura sperare, che possa essere chi ci ha messo in questo mare di guai, con ostinazione, presunzione ideologica e scienza, a toglierci da questa situazione di assoluta devastazione in cui ci ha cacciato.

Non possiamo più essere rappresentati da questo scadente apparato politico che, privo di controllo, ci ha portato allo sfascio completo.

Sfascio che, per altro, si trascina da svariati decenni, se è vero come è vero, che lo sviluppo del nostro Paese, oggi fermo, ha iniziato a rallentare circa 50 anni or sono.

Tutte le principali infrastrutture, infatti, risalgono agli anni ’50 e ’60 del secolo scorso.

Lo sperpero gigantesco di denaro pubblico (c’è chi parla di 150-200 miliardi/anno), associato all’assenza quasi completa di servizi erogati dallo Stato, trasforma il concetto di tasse (pagare in cambio di un servizio) in estorsione (pagare per non essere perseguiti).

A questo si aggiunga anche l’ostilità costante verso chi lavora in proprio, come artigiani, commercianti, liberi professionisti, piccole e medie imprese.

Una volta si cercava di dedicare il poco tempo libero alla famiglia e agli amici, ma sappiamo benissimo che da anni non disponiamo più nemmeno di un minuto libero, perché siamo completamente sopraffatti da un sistema di corruzione che non lascia più scampo.

Non c’è più spazio per i soggettivi orientamenti politici, anche perché risulta chiaro che le divergenze sono utilizzate contro di noi.

Anche il tempo delle deleghe è terminato.

Sostenete Italia Liberata: Ora o mai più

Sono troppe le promesse mai mantenute dai professionisti della politica che, una volta dentro il palazzo, sedotti dall’immensa mole di privilegi, dimenticano perché sono arrivati lì e chi ce li ha mandati.

ADESSO è arrivato il momento per prendere direttamente le redini del nostro Paese, aggregarci e collaborare direttamente con il NOSTRO MOVIMENTO POLITICO ITALIA LIBERATA, perché mai come adesso questo sistema, costituito da ricattatori, che usa ripagarci con la prevaricazione e il sopruso, mostra grande debolezza, e, con una organizzazione adeguata, può essere finalmente spazzato via per sempre.

Ogni italiano, che sente ancora forti le sue radici e la sua cultura, ha il dovere costituzionale di impegnarsi personalmente per difendere la nostra Patria.

Art. 52 della nostra Costituzione: LA DIFESA DELLA PATRIA E’ SACRO DOVERE DEL CITTADINO

Articoli Simili

1 commenti

BEPPE 23 Maggio 2021 - 15:48

MI INTERESSA LA VS IDEA

Reply

Lascia un commento