fbpx

Cenni di Antropologia Culturale – Parte 1

by Stefano Quadri

Le basi dell’Antropologia Etnografica Culturale rappresentano il faro del nostro Movimento ITALIA LIBERATA.

Grazie a questa Scienza, che studia quali sono i valori attorno ai quali si aggrega un Popolo, abbiamo una bussola ed un percorso informativo da divulgare e condividere.

Lavoriamo per dare vita al Popolo Sovrano, ma non a parole, affinché l’art.1, comma 2 della Costituzione non rappresenti più una sommatoria di parole vuote, perché un Popolo è sovrano quando esiste.

Il primo dei problemi italiani, denunciato da giganti come Machiavelli, Guicciardini, Salvemini, Prezzolini, Altan, ecc., è rappresentato dall’assenza cronica del Popolo Sovrano aggregato, da cui traggono origine tutte le gravissime distorsioni e le devastanti conseguenze di cui è preda la nostra Nazione.

Se riflettiamo sulla consolidata deriva della cosiddetta “classe politica”(!), che mette stabilmente e da decenni sempre in secondo piano i problemi reali del Paese, e che per questo possiamo arrivare a definire ANTISISTEMA, “risulta evidente che la variabile impazzita del Sistema Italia è rappresentata dal suo apparato politico e che esso deve essere radicalmente riformato per essere riportato alla sua ragion d’essere fondamentale”.

Ma la Radicale Riforma della Politica non può essere richiesta all’attuale classe politica, che è totalmente dipendente da quegli stessi privilegi che, per primi, la Riforma dovrebbe togliere di mezzo.

L’unica Forza esterna al sistema politico è quella che deriva dalla crescita culturale di ognuno di noi, allo scopo di acquisire la Coscienza Civile, che è alla base dell’aggregazione popolare, costituita attraverso i valori suggeriti dall’Antropologia Culturale, quali la memoria storica del gruppo (“epos”), le Norme e Istituzioni della Convivenza Civile (“ethos”), il territorio domestico (“topos”) e la lingua (“logos”) che accomuna i membri di una Comunità.

È ovvio che i contenuti di ognuna di queste forme variano da popolo a popolo, per cui ne risulta quell’infinita varietà di versioni dell’ethnos che conosciamo.

Poiché “OGNI POPOLO E’ FIGLIO E PADRE DELLA PROPRIA STORIA, PER CONOSCERE LA QUALITA’ SPECIFICA DELL’ETHNOS ITALIANO È NECESSARIO RIPERCORRERE LE FASI CRUCIALI DELLA STORIA MODERNA DEL POPOLO ITALIANO”.

Così nasce la necessità di ripercorrere le fasi salienti della nostra STORIA MODERNA (epos).

Così nasce la speranza concreta di realizzare finalmente la nostra aggregazione popolare, unica entità legittimata a riformare, attraverso la pressione sociale, l’ANTISISTEMA ITALIANO, rappresentato da un APPARATO POLITICO divenuto palesemente la VARIABILE IMPAZZITA DEL SISTEMA ITALIA.

CONTINUA CON LA PARTE 2 ->

SOSTIENI ITALIA LIBERATA

Articoli Simili

Lascia un commento